Jovanotti al Giffoni Film Festival

Jovanotti è stato ospite al Giffoni Experience, rassegna cinematografica che si tiene a Giffoni valle Piana.

“Non sono un creatore di consenso, né una macchina che, appunto, genera consenso. A me interessa fare solo i dischi che mi piacciono. Ma per il 2012 niente novità in ambito discografico. Il mio ultimo lavoro avrà ancora lunga vita. Il prossimo anno, infatti, lo dedicherò ai concerti all’estero, Nord e Sud America e Europa”.

“Io – aggiunge – non devo vendere un prodotto come fanno i pubblicitari, ma devo, da artista, ridipingere il mondo e farlo vedere ogni volta come nuovo. Quando scrivo una canzone, seguo solo quello che sento dentro, il resto rimane sullo sfondo. Quello che valuto è solo quello che mi provocano le canzoni che scrivo”.

Ciò che conta, per Lorenzo Cherubini, sono “le immagini più che le parole. Ragiono sempre per immagini anche nei testi che elaboro. Prima di incidere un disco incamero tutto nell’archivio della mia mente e poi utilizzo gli input che ho raccolto nel corso degli anni. Io non stacco mai, sono sempre alla ricerca di suggestioni. Generalmente – confessa Jovanotti – quando scrivo un testo non c’é mai un approccio romantico o un’aneddotica particolare. Decido di scrivere e lo faccio in modo istintivo. Mi sento posseduto da quello che ho dentro e divento strumento delle mie sensazioni”.

fonte: ansa.it