PalaOlimpico – Torino 18/05/11

Jovanotti al Palaolimpico di Torino: “E’ il live che ho sempre sognato”

Se vent’anni fa qualcuno avesse osato affermare che lo spettacolo più innovati­vo e tecnologico del nuovo mil­lennio sarebbe stato affidato a Jovanotti, il molleggiato ragazzo della Roma bene (ma di origine toscana) col pallino della musi­ca, discografici e rockettari sareb­bero sobbalzati dalla sedia. Ma, si sa, i tempi cambiano. E l’ormai maturo Lorenzo Cherubini che, dopo i suoi “un, due, tre” adesso gioca a commuovere, scrive poe­sie, e pensa ai problemi del mon­do, approderà domani e giovedì al Palaolimpico di Torino per la tappa piemontese dell'” Ora tour”. ” Un party evolutivo”, spiegano dalla Trident Manage­ment, la casa di produzione dello show musicale più atteso dell’anno, ad alto tasso tecnolo­gico ed emotivo. Al lavoro con Lorenzo per sei mesi un team di musicisti, videoartisti e ingegne­ri di scena per tradurre dal vivo l’energia di “Ora”, il nuovo di­sco, che dal giorno della sua pub­blicazione è stabile nella parte alta della classifica. Uno spetta­colo in 4D fortemente voluto dal­lo stesso Jovanotti che spiega: «È questo lo spettacolo che sognavo da bambino. Abbiamo lavorato tanto allestendo un laboratorio dove far scorrere le idee, per quello che volevo fosse uno spet­tacolo che mi permettesse di dare il massimo e di entrare in contat­to con ognuno di quelli che verrà a sentirci. È uno spettacolo nel quale si pensa poco ma si gode parecchio, ci si emoziona, si bal­la come in un rave mentre davan­ti agli occhi scorre qualcosa che ha a che fare con quello che c’è dentro di noi di più bello e vivo». Un Jovanotti lanciatissimo, allo­ra, quello che domani raggiunge­rà Torino dove vi rimarrà per due giorni, soggiornando tra i fasti del Golden Palace, l’hotel di lus­so di via dell’A rcive scova do. «Non ho mai avuto così tanta gente a lavorare a un concerto con me, così tante luci, così tanto spazio, così tanta tecnologia, così tanti watt: il minimo che possa fare è restituire questa energia a chi ci verrà a sentire – continua ancora Jovanotti – sono molto soddisfatto di quello che siamo riusciti a mettere insieme, è il mio modo di ringraziare tutti per l’affetto che circonda la mia mu­sica più recente». Ad aprire i concerti saranno Le Luci della Centrale Elettrica. Ulti­missimi biglietti in cassa dalle 18.

fonte: CronacaQui.it

Il futuro di Jovanotti: doppio show al PalaIsozaki
Lorenzo Cherubini prima delle due serate torinesi: “Lo spettacolo è stato concepito come fosse un film: volevo che la tensione non calasse mai”

Sono un uomo che sfida la tecnologia

Sono due i concerti che Jovanotti dedica a Torino nel corso della tournée legata al disco pubblicato a gennaio, «Ora». L’appuntamento è oggi e domani alle 21 al Pala Olimpico per iniziativa dell’agenzia Setup. Le casse aprono alle 18 per mettere in vendita gli ultimi tagliandi, i cancelli alle 19. Apre entrambi gli show Le Luci della Centrale Elettrica. Poi si scatena la megatecnologia di Lorenzo.