PalaMediolanum Forum – Assago (MI) 10/05/11

[mappress mapid=”5″]

Al Forum è “Ora” di far festa con l’energia di Jovanotti

Sull’onda dello strepitoso successo che sta riscuotendo il suo ultimo album, Jovanotti è pronto a far ballare il Forum di Assago per quattro serate che si annunciano indimenticabili come quella di og­gi, domani, venerdì 13 e sabato 14 maggio.
Il sito ufficiale di Jovanotti, www.soleluna.it, le ha ribattezzate “Le Cinque Giornate di Milano” con pomposità risorgi­mentale per onorare i 150 anni dall’Unità d’Italia, anche se giove­dì 12 Lorenzo e la sua band si concederanno qualche ora di meri­tato riposo. Le tappe più recenti del tour, tra cui quelle di Mantova e Bologna, hanno fatto registrare il tutto esaurito tra l’entusiasmo di fan di tutte le età, perché l’ex Gino Latino è in grado di riunire le gene­razioni e i sessi non solo grazie alla sua traboc­cante energia ma anche alla delicatezza di tanti pezzi sfornati negli ulti­mi anni come “A te” e la recentissima “Le tasche piene di sassi”, per non parlare di “Per te”, inci­sa però qualche annetto, e di “Serenata rap”, che risale al 1994.
Qualche sera fa sul palco della Futurshow Station di Casalecchio sono saliti graditi ospiti bolognesi come Cesa­re Cremonini e Luca Carboni, e vista la concentrazione di artisi a Milano è altamente probabile che anche al Forum arrivino special guest di grande caratu­ra, ma non è ancora dato sapere di chi possa trat­tarsi. Ovviamente lo spettacolo ha anche una parte visiva e “Quando sarò vecchio” è accom­pagnata dalla proiezio­ne di immagini di un bambino; come ogni star che si rispetti anche Jovanotti si concederà diversi cambi d’abito e, senza rinnegare il suo passato meno prossi­mo, indosserà anche un cappellino da baseball con la scritta “Jova”. Le esibizioni più recenti si sono chiu­se con “Il più grande spettacolo dopo il big ben”, a cui però sono ovviamente seguiti diversi bis fino ad arrivare alla vera conclusione della serata con “La bella vita”. Della band fa sempre parte l’inse­parabile e storico bassista di Jova­notti, Saturnino. Gli organizzatori del tour di Jovanotti hanno quadru­plicato le date milanesi del tour per la grandissima richiesta di biglietti, oggi e domani è già tutto esaurito mentre restano disponibili biglietti da 36,80 a 59,80 euro per le altre due date. Ad aprire i concerti di oggi e di domani sera saranno Le Luci della Centrale Elettrica, nome dietro cui si nasconde il cantautore ferrarese Vasco Brondi.

fonte: CronacaQui.it

Jovanotti live

Lorenzo è uno strumento di comunicazione straordinario, ha il dono magico di governare la parola, catalizza e attira l’attenzione della gente, fa pensare ed è rassicurante, come un santone in un rito iniziatico.
Il Tour ORA è un concentrato di modernità e tradizione, di passato e di futuro , di classico e avanguardia che si incontrano dando vita ad una cerimonia unica e armoniosa. Il culmine con l’ Ombelico del Mondo dopo un’ora e mezza di novità ci rende consapevoli che anche nei momenti più difficili le radici e l’ombelico del mondo siamo sempre e solo noi.

fonte: Vogue.it

10 Maggio

Si è conclusa ieri sera al Forum di Assago la prima delle quattro date milanesi del tour “ora in tour Lorenzo live 2011″ di Lorenzo Cherubini in arte Jovanotti. Un’enorme balena! Ecco la forma del palco, con musicisti e strumenti sulla sinistra, uno schermo da mega cinema per suggestivi video ed un muro per le luci a sottolineare la rottura degli schemi tradizionali con il passato del “crooner del futuro”, come ama definirsi l’artista”, una sorta di Dean Martin del terzo millennio dalle scarpe scintillanti in stile Sammy Davis Jr ed i cambi d’abito da colori stupefacenti. Una lunga pedana raggiunge il cuore della gente dove il concerto prende forma tra futuro e presente di un album sperimentale che ha solide radici nel passato di Lorenzo. Piero Angela sullo schermo annuncia un viaggio in astronave attraverso le stelle e gli eventi che accadono nelle profondità del cosmo, nello spazio-tempo, nel Big-Bang, un viaggio nell’universo pieno di sorprese.

E le sorprese non si fanno attendere: effetti speciali, poesia, luci, video, il linguaggio del corpo e la tecno art quadrimensionale al grido di ‘restiamo umani’ sono gli slogan al centro del fantascientifico show di Lorenzo cherubini in arte Jovanotti. Lorenzo si diverte, elegante in giacca e cravatta stile anni ’50. Si parte con ‘Megamix’: una botta di adrenalina e ritmo, passando per improvvisazioni da batterista ed un set acustico, con chitarre, fisarmonica e percussioni, per rileggere i grandi successi di Lorenzo come bella, ciao mamma, raggio di sole, punto, serenata rap, piove, una storia d’amore e lungomare, salutando con La Bellavita, un augurio positivo. “Ripartiamo per un altro viaggio, un viaggio interstellare, da far girare, un viaggio nelle emozioni, un viaggio fin dentro al centro di noi, dove brilla un diamante al centro del cuore” racconta Lorenzo al suo pubblico, “rimango uno di sinistra, però basta col pensiero unico. Io vado matto per conservatori come Milius e Eastwood”.

Spettacolo bello, innovativo e sicuramente da non perdere.

fonte: sussidiario.net

Ben Harper e Franti ospiti del concerto di Milano

Alla terza data milanese, Lorenzo Jovanotti cala gli assi internazionali del suo ‘Ora tour’, chiamando sul palco due amici come Ben Harper e Michael Franti. Il leader degli Spearhead scalda i 14mila di Assago, inclusi Claudia Mori, Tiziano Ferro e Giuliano Sangiorgi dei Negramaro, con il suo repertorio prima dell’inizio del concerto e torna poi sul palco per duettare sulle note di ‘Battiti di ali di farfalla’, come gia’ fatto anche per il cd ‘Ora’.

Ben Harper accompagna Lorenzo alla chitarra per ‘Fango‘, anche qui come fatto per l’album ‘Safari’, per poi regalare al Forum una bella versione della sua reggaeggiante ‘With my own two hands‘, dove entra anche Jovanotti con un’inedita versione in italiano del pezzo.

Quello con Franti, per Lorenzo, e’ un rapporto ormai consolidato: nel 2008 il gigante americano ha contribuito al cd ‘Safari’, cantando con lui il pezzo ‘Mani libere’ e raggiungendolo sul palco del Palalottomatica di Roma. Un favore ripetuto anche per l’album ‘Ora’, che Jovanotti ha prontamente ricambiato duettando con l’amico americano nel brano che da’ il titolo al suo nuovo album ‘The sound of sunshine‘ e comparendo nel video che i due hanno girato insieme nei dintorni di Milano proprio ieri, unica giornata ‘off’ di Lorenzo tra un concerto e l’altro dei quattro – tutti sold out – di Assago.

Ben Harper, a Milano per presentare il suo nuovo cd ‘Give till it’s gone’, anche ieri ha ricordato la collaborazione con Jovanotti, che l’ha portato ad accompagnarlo persino sul palco del festival di Sanremo e oggi l’ha fatto esibire al Forum nello show piu’ internazionale di Lorenzo Jovanotti. Un concerto sospeso tra tecnologia e cuore, con un megaschermo che sovrasta la band di 8 elementi e una scaletta di 21 brani che si apre sulla techno di ‘Megamix’, con Lorenzo che canta convinto ‘e’ questa la vita che sognavo da bambino’, passa sicura per i singoli di ‘Ora’ come ‘Tutto l’amore che ho’, si apre a un paio di medley acustici a tutto romanticismo e riparte con pezzi tutti da ballare come ‘L’ombelico del mondo’, in un saliscendi continuo di atmosfere che culmina nei bis con ‘La bella vita’, che nel disco e’ accesa dal duetto con Amadou e Mariam e dal vivo dall’accompagnamento dei 14mila del Forum.

fonte: blitzquotidiano.it