Vasco Brondi: io e Lorenzo, la strana coppia

Vanity Fair intervista Vasco Brondi (Le Luci della Centrale Elettrica) dopo le prime date come supporter di Jovanotti.
Vasco dice: «È uno show tenuto insieme per contrasto, lo spettacolo è molto forte: prima il mio concerto, stilizzato, solo chitarra e voce, 4 o 5 canzoni tutte attaccate; poi lo show di Jovanotti, coloratissimo».
Sta andando «molto bene: è un’esperienza surreale e interessante, che mi riporta ai miei inizi».

«Lorenzo è una persona che mi piace molto, semplicissima. È bello conoscere i tuoi idoli e scoprire che sono persone normali, anche se come te fanno questo lavoro un po’ strano. E poi gli sono infinitamente grato: quando è uscito il mio primo disco, Canzoni da spiaggia deturpate, disse che gli ricordava Nebraska di Bruce Springsteen. Non ho mai ricevuto un complimento più bello».

fonte: vanityfair.it