A Venezia con un Beastie Boy

Dal sito di GQ (qui l’articolo completo), un pezzo del direttore Michele Lupi parla di Adam Yauch (Beastie Boys), in questi giorni a Venezia. Interessanti i pezzi in cui il cantante del Beastie Boys parla di Jovanotti. Ecco il racconto di come ha conosciuto Lorenzo:

“Era qualche anno fa, a Roma, al Festival del Cinema. Si avvicina la mia publicist e mi dice: Adam, c’è un italiano, un cantante pop, un tuo grande fan. Chiede di poterti incontrare. E gli piacerebbe fare il “red carpet” insieme a te. Dice che sarebbe un grande onore per lui. Ok, fallo passare, dico io. E arriva Jovanotti. Mi è piaciuto subito Lorenzo, perché capisci immediatamente che è uno sincero. Mi disse che aveva costruito parte della sua pensando ai nostri dischi, che ci doveva moltissimo, insomma era uno con una grande e sincera energia positiva. Fui felice di fare il red carpet insieme a lui. Quando arrivò il momento, uscimmo insieme e la folla impazzì: “Jovanottiii! Jovanottiiiii! Urlavano tutti come pazzi. Con le mani, i fotografi continuavano a farmi il segno di spostarmi: hey, tu, via! via di lì! togliti! Jovanotti, Jovanottiiiii!!!!!!” insomma, volevano tutti lui e a me continuavano a dirmi di togliermi di mezzo, che gli rovinavo le foto! Lì ho capito davvero chi era Lorenzo Jovanotti. Da quel giorno diventammo amici e l’anno scorso a New York l’ho invitato da noi in studio, giù a Canal Street, per suonare e registrare dei pezzi del nostro nuovo disco insieme: noi stavamo preparando l’album nuovo e mi divertiva avere uno come lui con noi. Non so se li useremo, ma l’idea mi piaceva”.