Jovanotti, tour USA

Si è preso una pausa dall’ Italia per sbarcare a New York, o meglio per affermarsi nella sua scena alternativa. Perchè Jovanotti la Grande Mela la conosceva già bene. Nel 2009 ha preso casa al Greenwich Village e ha iniziato quello che per una pop-star italiana è un percorso inusuale. Mettersi alla prova con una band americana, iniziando a suonare nei piccoli locali prima che nelle grandi sale da concerto. È quello che ha fatto, avvicinandosi di nuovo a quei ritmi latini che sempre di più animano la città e lo ha fatto in sedici date che hanno fatto il pienone.
I media si sono interessati e il risultato sono state altre otto date in giro per il nord-est del paese tra aprile e maggio 2010, anche queste un successo. Questa volta i fan sono stati accolti in importanti arene e music hall della scena rock degne di una star internazionale. Ma Jovanotti alla fama era già abituato e non si è fermato qui.
Prima di tornare a Central Park per il SummerStage festival il 31 luglio, vuole prima conquistare anche l`altra faccia dell’America. Tre date in calendario, tutte in California: il 21 luglio al Viper Room di West Hollywood, il 22 al Twilight Series di Santa Monica e il 25 al Stern Grove Festival di San Francisco. Jovanotti presenterà il suo primo album americano “OYEAH”, una raccolta live di vecchi pezzi selezionati dal suo lungo repertorio più tre nuovi brani cover di canzoni classiche italiane riarrangiati per il pubblico internazionale.

fonte: America24.com