Successo a New York

Jovanotti

Tutto esaurito al botteghino, e grande successo di pubblico per la prima delle due date newyorkesi di Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti. All’Highline Ballroom, nel cuore del Meatpacking district, una folla di giovani ha accolto l’artista di Cortona sul palco, che ha esordito con una mise psichedelica urlando: “Finalmente a New York, sono qui perché volevo vedere tutti questi miei parenti”. A seguire, cantati a memoria dal pubblico, tutti i successi di Safari e le canzoni storiche, da “Ragazzo fortunato” all'”Ombelico del mondo” fino a “Serenata rap”. Con lui Riccardo Onori alla chitarra, Saturnino al basso, Franco Santarnecchi e Christian Rigano alle tastiere, Mylious Johnson alla batteria. Omaggio anche a due giocatori italiani, prima a Danilo Gallinari, il cestista dei New York Knicks, impegnato venerdì in una sfida contro Andrea Bargnani dei Toronto Raptors al Madison Square Garden. “Sono molto emozionato – ha detto all’Ansa alla vigilia del concerto – New York è la città più importante dal punto di vista artistico. Lo devo a questa città se ho deciso di dedicarmi alla musica”. Il 19 febbraio si replica, ma i biglietti sono esauriti da tempo.
fonte: fondazioneitaliani